| Solo testo | Alta visibilità | Grafica |
| Sportello unico |

immagine di lavori in corso

Servizi seguiti dal C.I.S.A.

 

Il Consorzio Intercomunale per la Gestione dei Servizi Socio-Assistenziali dell'Ovest-Ticino dei Comuni di Galliate, Cameri, Romentino, Trecate, Cerano e Sozzago gestisce in modo uniforme molteplici servizi diretti principalmente alla sfera di minori, anziani, portatori di handicap: la sede del Consorzio è a Romentino, in via Battista Gambaro, 47.
Servizi principali:
Interventi di Segretariato Sociale. Assistenza Domiciliare. Strutture residenziali per anziani. Centro Diurno per Anziani. Servizio mensa. Servizio lavanderia. Servizio handicap.

Case di riposo

ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI: retta socio-assistenziale giornaliera
€ 44,00, per gli utenti con posti convenzionati con l’A.S.L. NO in strutture riconosciute R.S.A.
€ 38,68, per gli utenti con posti convenzionati con l’A.S.L. NO in strutture riconosciute R.A.F.

RICOVERI TEMPORANEI, per posti convenzionati e per periodi massimi di 4 mesi: retta socio-assistenziale giornaliera di € 38,68.

RICOVERI TEMPORANEI, per posti NON convenzionati e per periodi massimi di 4 mesi: retta socio-assistenziale giornaliera di € 70,00.

ANZIANI AUTOSUFFICIENTI: retta complessiva giornaliera € 44,00;
ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ricoverati in posti letto non convenzionati: retta complessiva giornaliera di € 75,00

=> In riferimento ai ricoveri definitivi, in caso di assenze giustificate (es. ricovero ospedaliero, rientro temporaneo in famiglia, soggiorni climatici e termali): riduzione del 10% sulla diaria dal 1° giorno successivo al ricovero e fino al giorno precedente il rientro in struttura per tutte le strutture in modo unificato.
=> Le rette per gli anziani non autosufficienti ricoverati in posti letto convenzionati sono applicate ai sensi del regolamento approvato dall’Assemblea Consortile con atto n. 10/2007

 

Centro diurno

Il centro diurno accoglie gli ospiti dalle ore 8.00 alle ore 20.00.
E’ prevista la possibilità della mezza giornata dalle ore 8.00 alle ore 14.00 o dalle ore 14.00 alle ore 20.00.
Il servizio comprende: trasporto da casa al centro e ritorno, tutti i pasti della giornata dalla colazione alla cena, il servizio infermieristico, fisioterapico, ricreativo, di sostegno come per gli ospiti residenziali.
=> Per gli anziani sia autosufficienti sia non autosufficienti che usufruiscono del servizio diurno, verrà applicata una retta giornaliera di € 36,00 onnicomprensiva. Per i posti in convenzione con l’A.S.L. NO, presso il Centro Polifunzionale di Galliate o presso altro Centro diurno convenzionato tale importo viene ridotto a € 22,00.
=> Per chi usufruisce della mezza giornata, indipendentemente dal grado di autosufficienza, la tariffa sarà di € 28,00 onnicomprensiva/die. Per i posti in convenzione con l’A.S.L. NO, presso il Centro Polifunzionale di Galliate o presso altro Centro diurno convenzionato, tale importo viene ridotto a € 12,00.

 

Servizio mensa anziani

=> Il costo del pasto consegnato a domicilio è fissato in € 6,30.
=> Il costo del pasto consumato in struttura è fissato in € 4,50.
Non si prevede più la tariffa della colazione e della merenda perché tali pasti rientrano esclusivamente nel servizio diurno o day hospital.

 

Servizio lavanderia

Il costo di questo servizio viene differenziato a seconda della biancheria che sarà lavata e delle frequenze di lavaggio.
=> Lavaggio settimanale della sola biancheria piana (da letto, da bagno e tovagliato): € 28,00 al mese.
=> Lavaggio settimanale della biancheria personale (vestiario ed indumenti vari):
€ 28,00 al mese.

 

Servizio Handicap – Villa Varzi

=> Servizio residenziale disabili Villa Varzi convenzionato € 37,85
=> Centro diurno Villa Varzi convenzionato € 27,00
=> Centro diurno Villa Varzi part time convenzionato € 14,00
=> Servizio residenziale disabili Villa Varzi non convenzionato € 85,00

Per la definizione della retta vedasi il regolamento approvato dall’Assemblea Consortile con atto n. 3/2008.


Servizio di Assistenza Domiciliare Anziani


Il servizio domiciliare anziani sarà erogato sulla base del protocollo d’intesa stipulato con l’ASL NO e approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 26 del 9/6/2009, integrata con deliberazione n. 32 del 10/9/2009, relativo al “riordino delle prestazioni di assistenza tutelare socio-sanitaria ed all’istituzione del contributo economico a sostegno della domiciliarità per la lungo assistenza di anziani non autosufficienti” e del successivo regolamento sui “Criteri di compartecipazione al costo della spesa per le cure domiciliari dei soggetti ultrasessantacinquenni, la cui non autosufficienza psichica o fisica sia stata accertata dall’ASL NO di Novara” approvato dall’Assemblea dei Sindaci con atto n.16/2009”.

La retta socio assistenziale sarà definita in base all’indicatore di reddito individuale (ISEE) secondo le seguenti modalità (articoli estratti dal citato regolamento):

ART. 5
FRANCHIGIA

Si definisce franchigia il valore da utilizzare per determinare una quota di disponibilità da sottrarre al risultato della situazione economica complessiva ed in particolare:
a) franchigia sul reddito: una somma non inferiore ad € 591,81 mensili (somma adeguata annualmente su base ISTAT) deve essere lasciata a disposizione del beneficiario;
b) a tale franchigia può essere aggiunta una somma massima di € 200,00 ad esclusivo beneficio del destinatario dell’intervento, in presenza di spese sociali e sanitarie documentate.
c) franchigia sul patrimonio mobiliare: dall’ammontare del patrimonio mobiliare come sopra determinato, si detrae - fino a concorrenza- la franchigia di euro: 15.493,71;
d) franchigia sul patrimonio immobiliare: dall’ammontare del patrimonio immobiliare come sopra determinato, si detrae - fino a concorrenza - la franchigia di euro: 51.645,69 per la casa adibita a prima abitazione dell’assistito. Tale detrazione è alternativa a quella relativa al valore del capitale residuo del mutuo contratto per l’acquisto o la costruzione del bene.

ART. 6
DETERMINAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA COMPLESSIVA DELL’ASSISTITO

Per la determinazione della situazione economica complessiva vengono considerati il reddito e il patrimonio mobiliare ed immobiliare del destinatario delle prestazioni. Del patrimonio mobiliare ed immobiliare, tolta la franchigia prevista, sarà calcolato il 20%, che andrà sommato al reddito (decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 maggio 1999, n. 221 attuativo del decreto legislativo n.109/1998).
Nel caso in cui il destinatario delle prestazioni di natura domiciliare non disponga della liquidità sufficiente a consentirgli la compartecipazione dovuta, potranno attivarsi le seguenti fattispecie:
a) locazione degli immobili a disposizione, ad eccezione dell’alloggio di abitazione;
b) alienazione del patrimonio, o di parte di esso;
c) accensione di ipoteche, contratti di recupero da parte dell’Ente gestore dei servizi socio-assistenziali, ed altri strumenti previsti nei vigenti regolamenti.
Tali fattispecie non sono alternative, ma possono attivarsi cumulativamente.

- La retta oraria massima socio assistenziale è fissata in €. 12,00;

Gli interventi verranno calcolati in modo intero e potranno essere suddivisi in intervalli di circa 30 minuti – circa 60 minuti – circa 90 minuti – circa 120 minuti.
Nel caso in cui venisse richiesta la co-presenza di due assistenti la tariffa verrà raddoppiata, in considerazione della diminuzione del tempo necessario a ciascuna assistente domiciliare.

 

Servizio di Assistenza Domiciliare Disabili

 

I criteri di compartecipazione dei cittadini disabili infrasessantacinquenni al costo delle prestazioni socio sanitarie relative alle cure domiciliari sono stati definiti con atto approvato dall’Assemblea consortile n. 24 del 17/12/2009 entrato in vigore dal 1° gennaio 2010 ed integrato con deliberazione dell’Assemblea Consortile n. 11 del 28/9/2010.

Il citato regolamento ha definito quanto segue:

ART. 2
SITUAZIONE ECONOMICA: RIFERIMENTI SOGGETTIVI E CRITERI DI VALUTAZIONE

Per definire l’entità della compartecipazione dei soggetti affetti da handicap permanente grave al costo della prestazione posto a carico dell’assistito si valuta la situazione economica del solo beneficiario.
Ai sensi dell’articolo 34 del Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n 601 “i sussidi corrisposti dallo Stato e da altri enti pubblici a titolo assistenziale” sono esenti dall’imposta sul reddito delle persone fisiche. Pertanto le indennità concesse a titolo di minorazione, poiché per natura e per le finalità assistenziali che perseguono sono esenti dall’imposta sul reddito delle persone fisiche, non vanno calcolate ai fini della valutazione del reddito.

ART. 3
COMPARTECIPAZIONE

La compartecipazione dell’utente al costo orario del servizio di assistenza domiciliare viene così determinato in base alle entrate mensili dell’utente:


Entrata mensile complessiva Compartecipazione SAD
Fino al valore della pensione di invalidità civile o pensione sociale (attualmente € 275,91) € 2,00 all’ora
Dal valore della pensione di invalidità civile o pensione sociale fino al valore dell’indennità di accompagnamento (da € 276,00 a € 472,04) € 5,00 all’ora
Dal valore dell’indennità di accompagnamento al valore dato dalla somma dell’invalidità civile più l’indennità di accompagnamento (da € 472,04 a € 748,43) € 7,00 all’ora
Dal valore determinato dalla somma dell’invalidità civile più l’indennità di accompagnamento (da € 748,43) fino alla somma dell’indennità di accompagnamento e dell’indennità per cecità ( € 1.265,25) € 9,00 all’ora
Oltre € 1.265,25 al mese € 12,00 all’ora

 

 

SERVIZIO SVOLTO NELL’AMBITO DEL PROGETTO CLARISSA

Per quanto concerne il Progetto CLARISSA, non sarà più garantita alcuna integrazione da parte dell'Ente e il costo sarà totalmente a carico degli utenti, fatta salva la spesa relativa al supporto burocratico (apertura e chiusura contatti, gestione buste paga)

 

Le quote orarie potranno essere modificate annualmente con determinazione del Consiglio di Amministrazione.

Eventuali riduzioni sulle rette di ricovero nelle strutture, fatto salvo quanto previsto da specifici e vigenti Regolamenti Consortili, sulle rette del centro diurno e sul costo del pasto verranno applicate dal Comune di residenza dell’utente.


Tabella riassuntiva delle tariffe
dei servizi seguiti dal Consorzio

Servizio Retta
anno
2014
Retta
anno
2015
anziani posto convenzionato media intensità assistenziale € 38,68 die € 38,68 die
anziani posto convenzionato di medio/alta intensità assistenziale € 44,00 die € 44,00 die
anziani posto convenzionato di alta intensità € 47,87 die € 47,87 die
anziani posto convenzionato di alta intensità incrementata € 48,44 die € 48,44 die
anziani posto non convenzionato alta intensità € 75,00 die € 75,00 die
anziani posto non convenzionato media intensità € 70,00 die € 70,00 die
Ricovero anziani autosufficienti e a bassa intensità assistenziale € 44,00 die € 44,00 die
ricovero temporaneo anziani in posto non convenzionato medio/alta, alta e alta incrementata € 75,00 die € 75,00 die
ricovero temporaneo anziani in posto non convenzionato bassa, medio bassa, media intensità € 70,00 die € 70,00 die
centro diurno integrato anziani in posto convenzionato tempo pieno € 22,00 die € 22,00 die
centro diurno integrato anziani in posto convenzionato part time € 12,00 die € 12,00 die
centro diurno integrato anziani in posto non convenzionato tempo pieno € 35,00 die € 35,00 die
centro diurno integrato anziani in posto non convenzionato part time € 25,00 die € 25,00 die
centro diurno anziani in posto non convenzionato tempo pieno € 35,00 die € 29,00 die
centro diurno anziani in posto non convenzionato part time € 20,00 die € 20,00 die
servizio mensa a domicilio € 6,30 a pasto € 6,30 a pasto
servizio mensa in struttura € 4,50 a pasto € 4,50 a pasto
servizio lavanderia biancheria piana € 28,00 al mese € 28 al mese
servizio lavanderia biancheria personale € 28,00 al mese € 28 al mese
compartecipazione mensile centro diurno disabili € 100,00 al mese € 100,00 al mese
costo pasto utenti centro diurno disabili € 6,00 a pasto € 6,00 a pasto
°servizio domiciliare anziani max € 12,00 max € 12,00
°servizio domiciliare disabili max € 12,00 max € 12,00
Villa Varzi servizio diurno disabili tempo pieno € 27,00 die € 27,00 die
Villa Varzi servizio diurno part time per disabili € 14,00 die € 14,00 die
Villa Varzi servizio residenziale disabili € 37,85 die € 37,85 die
Villa Varzi servizio residenziale disabili non convenzionato € 85,00 die € 85,00 die
telesoccorso € 19,00 mensili € 19,00 mensili

 

N.B. * costo mensile
Per quanto concerne i posti convenzionati la quota a carico degli utenti varia a seconda dell'intensità assistenziale ed è stabilita dalla D.G.R. 85-6287 del 2/8/2013

 

scarica documento

 

 

 

 

Sportello unico
socio-sanitario


Presentazione

Comuni


Comuni aderenti al Consorzio C.I.S.A. Ovest Ticino:

Cameri
Cerano
Galliate
Romentino
Sozzago
Trecate